Panorama
The current Bet365 opening offer for new customers is market-leading bet365 mobile app You can get a free bet right now when you open an account.

ReD 3.0, come presentare domanda e requisiti necessari

ReD 3.0, come presentare domanda e requisiti necessari

ReD 3.0, come presentare domanda e requisiti necessari

Si ricorda ai cittadini che a partire da lunedì 24 giugno 2019 alle ore 12:00 è attiva la piattaforma regionale per la presentazione delle domande di accesso al Reddito di Dignità (ReD 3.0), accessibile attraverso il seguente link: http://www.sistema.puglia.it/SistemaPuglia/red2019
Giunta alla sua terza edizione il Reddito di Dignità è disciplinato dall'Avviso Pubblico adottato con l'A.D. 468/2019).

Come presentare domanda. La procedura per la presentazione delle domande di accesso da parte dei cittadini è di tipo aperto "a sportello" (sino ad esaurimento delle risorse finanziarie disponibili). Le domande potranno essere presentate direttamente dai cittadini oppure tramite gli sportelli dei CAF e dei Patronati convenzionati con gli Ambiti territoriali, utilizzando l'apposita piattaforma informatica messa a disposizione dalla Regione Puglia, previa registrazione al portale informatico e seguendo le istruzioni di compilazione in esso riportate.

Requisiti generali. Per poter entrare nei programmi di inclusione attiva del Reddito di Dignità occorre essere in possesso dei seguenti requisiti generali:

- avere compiuto almeno 18 anni di età e non aver compiuto il 67esimo anno di età;

- essere residenti in un Comune pugliese;

- essere cittadino italiano ovvero comunitario ovvero familiare di cittadino italiano o comunitario non avente la cittadinanza di uno Stato membro che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente ovvero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo ovvero apolide in possesso di analogo permesso ovvero titolare di protezione internazionale (asilo politico - protezione sussidiaria) ovvero straniero in possesso di regolare permesso di soggiorno;

- assenza tra i componenti del nucleo, alla data di presentazione della domanda, di percettori del Reddito di Inclusione (D.lsgl. 147/2017), del Reddito di Dignità (L.R. 3/2016), del Reddito di Cittadinanza (L.n. 26/2019) e dell'Assegno di cura per la non autosufficienza (A.D. n. 642 del 17 ottobre 2018);

- essere disponibili a sottoscrivere un Patto di inclusione sociale attiva.

E' utile sottolineare che il nuovo Avviso Pubblico per l'accesso al ReD prevede due macrocategorie di utenza:

  • nella prima rientrano una serie di potenziali beneficiari appartenenti a nuclei familiari con determinati elementi di fragilità e bisogno che saranno chiamati a presentare apposita domanda (CATEGORIA A) attraverso la presente piattaforma;
  • nella seconda rientrano i cittadini per i quali si possa procedere con la presa in carico integrata e diretta da parte dei competenti Servizi sociali dei Comuni per la presenza di particolari e definite situazioni di fragilità estrema ed urgente (le cosiddette categorie speciali per le quali si rinvia alla CATEGORIA B), in tal caso non è prevista la domanda del cittadini ma l'istanza viene caricata d'ufficio dal RUP di Ambito territoriale sempre mediante l'utilizzo della presente piattaforma (in continuità con quanto già fatto con la misura Red 2.0).

A beneficio di tutti si ripropongono in estrema sintesi i target di beneficiari previsti per le due categorie di utenza descritte nelle righe precedenti, rinviando comunque per i dettagli del caso ed i requisiti precisi di accesso (ISEE, cittadinanza, residenza, ecc.) al testo ufficiale dell'Avviso Pubblico presente tra la documentazione caricata sulla presente piattaforma.

Categoria A - Istanze presentate dai cittadini

  1. 1. Famiglie numerose con 5 o più componenti in condizioni di fragilità economica;
    2. Famiglie con almeno 3 minori in condizioni di fragilità economica;
    3. Famiglie con almeno un componente non autosufficiente (con domanda non finanziata per Assegno di Cura)
    4. Famiglie di emigrati italiani che rientrano in Italia in condizioni di fragilità economica;
    5. Famiglie di cittadini stranieri in condizioni di fragilità economica;

Categoria B - Istanze presentate d’ufficio dagli Ambiti territoriali
1. Donne vittima di violenza
2. Persone separate o divorziate senza stabile dimora
3. Persone senza dimora
4. Nuclei familiari con almeno un componente con disabilità ammissibile a progetto per "Dopo di Noi"

Supporto tecnico. Si informa, infine che, già a partire dal 24 giugno, oltre al consueto "Supporto Tecnico" accessibile direttamente dalla piattaforma, sarà attivo il servizio telefonico di supporto informatico al numero: 080/4670218 cui ricorrere in caso di dubbi e/o necessità di carattere tecnico attinenti alla presentazione dell’istanza di accesso alla misura.
La citata assistenza telefonica sarà garantita dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 12:00.

E' possibile accedere direttamente alla pagina dedicata cliccando qui.

Presa in carico dei beneficiari ed erogazione del trasferimento economico. A seguito dell'amminissione al beneficio ReD, il soggetto beneficiario viene chiamato a sottoscrivere un patto per l'inclusione sociale attiva con cui l'Ambito territoriale, attraverso il servizio sociale professionale e l'equipe multidisciplinare attivata per il ReD, prende in carico la persona in questione e il suo nucleo familiare. Nel patto vengono definiti diritti e doveri del nucleo beneficiario e viene individuato il percorso di attivazione unitamente alla gamma di servizi e interventi ulteriori che si intende mettere in campo per rispondere ai bisogni emersi in sede di valutazione multidimensionale. La sottoscrizione del Patto di inclusione (e quindi anche l'avvio dell'erogazione dell'indennità economica di attivazione) decorre dal primo giorno del mese successivo alla data di sottoscrizione del patto di inclusione. La stessa ha una durata, salvo revoche di ufficio o rinunce del cittadino, di 12 mesi.