Panorama
The current Bet365 opening offer for new customers is market-leading bet365 mobile app You can get a free bet right now when you open an account.

QUANTE RISATE CON DINO ABBRESCIA AL TRULLO SOVRANO!

QUANTE RISATE CON DINO ABBRESCIA AL TRULLO SOVRANO!

 

QUANTE RISATE CON DINO ABBRESCIA AL TRULLO SOVRANO!

 

Alberobello, 8 agosto 2019 – Dal racconto del primo provino, alla sfiducia della sua famiglia quando disse alla mamma che avrebbe voluto fare l’attore, al successo raggiunto con «La Capagira» prima e con «Cado dalle nubi» poi. Fantastico Dino Abbrescia ieri sera al Trullo Sovrano per il secondo appuntamento della stagione 2019 di FestivArts in piazza Sacramento. Risate a non finire con l’attore barese, pugliese nell’anima e attore nel dna. Lui, che è salito sul palcoscenico per caso, perché mancava un attore in uno spettacolo e da allora non è più sceso, è oggi uno degli artisti più amati in Italia. Ha parlato del suo rapporto con Checco Zalone nel film che è stato un vero e proprio «fenomeno sociale», come l’ha definito, dell’amicizia con Diego Abbatantuono, del nuovo progetto, «Raccondino» con cui è ora in teatro e che ha promesso di portare ad Alberobello l’anno prossimo. Nelle sue parole traspare sempre un grande amore per la sua terra, soprattutto la fierezza di essere pugliese, il ricordo della tradizione della salsa, la difesa del nostro dialetto anche contro le resistenze di suo figlio che vorrebbe parlare romanesco.

 “A nome di tutta la Comunità alberobellese – ha commentato Michele Longo, Sindaco del Comune di Alberobello - sono felice di poter ospitare nel nostro paese Dino Abbrescia e lo ringraziamo per avere incantato il pubblico del Trullo Sovrano regalando ad Alberobello una serata magica come già accaduto con Rossana Casale per la prima serata di FestivArts e come sarà con l'ultimo appuntamento del 28 agosto con Michele Placido. La formula di FestivArts consente agli artisti di calarsi nella quotidianità del nostro territorio, assaporandone gli odori, i sapori e, soprattutto, il nostro stile di vita. Ci piace che gli artisti vivano Alberobello nella sua essenza e scoprano effettivamente la realtà del nostro paese”.

In qualità di assessore al Turismo del Comune di Alberobello – ha aggiunto Antonella Ivone - sono orgogliosa di ospitare nella nostra estate un artista del calibro di Dino Abbrescia. Lui, Rossana Casale e Michele Placido sono tre degli appuntamenti clou della nostra estate. Una estate che, come dice il titolo stesso del cartellone, vuole rendere i Trulli viventi ogni giorno e, anche Abbrescia, come già successo per la Casale, ha esaltato la bellezza della nostra Alberobello offrendo una serata unica. Si ringraziano per la collaborazione: Resort Gabellota, Ristorante terra madre, il Comandate della Polizia locale e tutto il corpo dei Vigili, l’Ufficio turismo del Comune, Sos Service di Milko Lara, Simone fiorbianco, Subter spazio d’arte».

«Un’altra indimenticabile serata dipinta all’interno dell’incantevole cornice del Trullo Sovrano dove Dino Abbrescia ha pennellato con grande maestria l’alternarsi dei colori della goliardia e della profondità. In tutto ciò si racchiude l’essenza di FestivArts. – dice Domi Ciliberti, ideatore di festivArts Omaggiare gli artisti che contribuiscono con il loro talento alla contaminazione della bellezza. Condividere momenti di intimità dove pubblico, ospiti e luogo, interagendo all’unisono, creano, come per magia, un’atmosfera ricca di empatia. Se poi ci aggiungi l’ingrediente della “baresità” beh, che dire, motivo in più per essere orgogliosi della nostra meravigliosa terra!

 

Uno di noi. Così mi piace considerare Dino Abbrescia - ha chiosato Pino Savino, direttore artistico di FestivArts - un ragazzo di Bari che, grazie al suo talento, impegno e professionalità è riuscito a portare sullo schermo, grande e piccolo, le varie sfaccettature della nostra società, interpretando con semplicità ruoli grotteschi e ruoli cupi, stimolando in noi sentimenti contrastanti. Tra i tanti lavori attoriali, che racchiudono quanto espresso, in “Cado dalle nubi” e “Io non ho paura” interpreta due ruoli differenti tra loro, opposti direi, mantenendo, però, quello che mi piace definire  “lo stile Abbrescia”. Con Dino si ha  l’impressione di aver incontrato al bar sotto casa i personaggi da lui interpretati.

Crocevia delle varie espressioni della creatività umana, FestivArts ideato da Domi Ciliberti e dal direttore artistico Pino Savino, vuole essere evento attrattivo per esponenti di rilievo del panorama musicale, teatrale e cinematografico. L’obiettivo è quello di offrire preziosi momenti di contatto diretto con il pubblico, rilanciando la sfida di una cultura possibile e per tutti.

FestivArts Alberobello, la bellezza dell'arte in ogni sua forma, rientra nel cartellone «Trulli Viventi – Summer 2019», il cartellone di manifestazioni dell’amministrazione comunale per i mesi estivi realizzato in partnership con Engie.

Gli eventi in programma sono liberi. Non è richiesta prenotazione.

Disponibilità di posti a sedere limitata.

Per informazioni, contattare il numero 3487649373